BENVENUTI NELL’OASI DI TAMMUZ!

L’OASI DI TAMMUZ è un sito apartitico, apolitico e aconfessionale gestito da Tammuz che ne è l’unico autore e redattore. Perché “oasi”? Perché esso è un’isola di saggezza, di riflessione, di ricerca interiore in mezzo all’arido deserto di un mondo privo di ideali, sempre più ottenebrato da miti fallaci e falsi idoli, sempre più lanciato in una folle corsa verso l’autodistruzione, dove la mediocrità e la volgarità regnano sovrane.

Qui sono i benvenuti tutti coloro che vogliano ampliare i loro orizzonti culturali e spirituali, ed anzi sentano tale aspirazione come primaria e insopprimibile esigenza; coloro che credono che le cose più importanti della vita non siano le ricchezze materiali, il successo esteriore, la carriera, i piaceri sensuali, i divertimenti futili e insulsi (e spesso dannosi), e nemmeno dipendenze emotive e deleterie passioni, ma il miglioramento personale e la ricerca della conoscenza.

Questo sito attinge a una concezione profondamente spirituale dell’Essere e del Mondo, pur senza che l’autore si identifichi in una precisa scuola o corrente di pensiero, non chiusa entro aridi e angusti dogmi, siano essi fisici o metafisici, religiosi o scientisti, che sono la negazione della conoscenza e il principale ostacolo alla verità che ciascuno dovrebbe cercare in sé stesso;  a un’intuizione dell’Essere che vede in tutte le entità individuali che compongono il Cosmo visibile (gli Animali, le Piante e financo gli esseri in apparenza privi di vita e di coscienza) delle manifestazioni e delle forme dell’unico Spirito universale. E pertanto combatte lo sfruttamento, il maltrattamento e tutte le sofferenze inutilmente inflitte agli esseri viventi e promuove il riconoscimento dei diritti animali.

Con gli articoli e le ricerche proposti nell'”oasi”, Tammuz intende anche contrastare non certo con polemiche contingenti e inutili, ma con la forza della coscienza e delle idee, gli inganni, le mistificazioni, i “revisionismi” propagandati ai giorni nostri come un morbo malefico da una miriade di falsi profeti e di pseudo-intellettuali da strapazzo, ispirandosi agli ideali della tradizione risorgimentale soprattutto mazziniana, ora ingiustamente negletta o addirittura spregiata.

Negli eventuali commenti o interventi non saranno tollerati espressioni triviali, insulti, polemiche e critiche sterili e astiose (anche perché di siti, forum, blog, ecc. la rete internet è piena, e dunque chi non apprezza o non è d’accordo con quanto avrà trovato scritto qui, potrà senza dubbio alcuno volgere altrove la sua ricerca).

BUONA LETTURA!