IL DECLINO DELL’IMPERO ROMANO (caduta o trasformazione?) -terza parte-

A differenza di quanto avveniva in occidente, in oriente al contrario la chiesa fu sempre subordinata al potere civile, in primo luogo a quello dell’imperatore; sia per un’intima diversità del cristianesimo orientale, -molto più “mistico” e meno interessato alla dimensione “sociale” e storica dell’uomo-, sia perché le strutture politiche, amministrative ed economiche dell’Impero Bizantino rimasero a lungo salde e pertanto lasciarono … Continue reading

IL DECLINO DELL’IMPERO ROMANO (caduta o trasformazione?) -seconda parte-

Per quanto riguarda le persecuzioni contro i cristiani fino alla fine del III secolo, esse consistettero in provvedimenti di polizia decretati in alcune province e per periodi di tempo determinati da singoli governatori. Le accuse che li determinavano erano in genere di adunata sediziosa, di attività illegali, di turbamento dell’ordine pubblico a causa di un troppo insistente proselitismo e soprattutto dal rifiuto … Continue reading

IL DECLINO DELL’IMPERO ROMANO (caduta o trasformazione?) -prima parte-

Affrontiamo stavolta un tema storiografico sul quale molto si è discusso, ma che non ha certo perduto la sua attualità. Anzi negli ultimi decenni, in seguito agli avvenimenti che hanno modificato il mondo contemporaneo e in particolare l’Europa, ha riacquistato un vivo interesse. Il termine “caduta”, benché divenuto abbastanza abituale riferito alla fine dell’Impero Romano, fin dall’opera dello storico inglese Edward Gibbon … Continue reading

INCENSO E MIRRA, GLI AROMI CHE SCRIVONO NELL’ARIA (terza parte)

Con il governo di Areta IV Filopàtore (9 a. C.-39 d. C.), successore di Obodas III, lo stato nabateo, e Petra in particolare, toccarono l’apice delle proprie fortune. Si stima che in quel periodo la capitale del regno contasse circa 30.000 abitanti; in esso si ebbe la maggiore fioritura artistica ed architettonica e vi furono allora costruiti gli splendidi monumenti, -alcuni dei quali rimasti … Continue reading

INCENSO E MIRRA, GLI AROMI CHE SCRIVONO NELL’ARIA (seconda parte)

Più ampie informazioni sull’incenso, sulla sua produzione e sulle vie attraverso le quali giungeva nei porti posti sulle coste del Mar Mediterraneo e da lì veniva poi trasportato via mare in Europa, ci fornisce Plinio il Vecchio, della cui testimonianza ci siamo spesso avvalsi e che ci ha lasciato la più vasta enciclopedia di scienze naturali dell’antichità. Da lui sappiamo che soltanto tremila famiglie … Continue reading

INCENSO E MIRRA, GLI AROMI CHE SCRIVONO NELL’ARIA (prima parte)

Dell’incenso e della sua importanza nell’antichità per i molteplici usi sacri e profani abbiamo già trattato in una lungo excursus nell’articolo riguardante la Fenice, -la quale, come abbiamo visto, sia nella vita, sia nella morte, sia nella rinascita, è in stretta relazione con la pianta e la preziosa resina che se ne ricava- (pubblicato il 24 dicembre 2013). Tuttavia dato il … Continue reading

LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (settima parte) – L’ombelico della terra-

Le grandi “Dee Madri” dell’Asia Minore, quali Mah -nome che significa anch’esso “Luna” -e che fu identificata dai Romani con la loro dea Bellona-, e Cibele, identificata con Rea, la sposa di Crono e madre di Zeus, esprimono sempre l’idea di supremazia del femminile sul maschile, e dunque attestano una antica forma di matriarcato dalla quale può aver avuto origine la leggenda … Continue reading

LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (sesta parte) -Il dio che muore e rinasce-

Tammuz è il nome, -noto nella forma ebraica e siriaca-, del dio assiro-babilonese Tamùz, uno dei principale del pantheon mesopotamico. Questa figura divina apparve per la prima volta tra i Sùmeri, e nella loro lingua il suo nome era “Dumu-zi”, oppure, in forma più completa “Dumu-zi-Abzu”, che significa “figlio legittimo dell’Abzu” (Apsu in accadico) ovvero dell’abisso primordiale, serbatoio di tutte le … Continue reading

LA AMAZZONI AD ATLANTIDE (quinta parte) -Mirra e Adone-

Il nome della regina delle Amazzoni libiche, Myrina, è lo stesso di un’antica dea lunare dell’Asia minore, alla quale si accenna anche nel libro II dell’Iliade. Anche la sposa di Toante, re di Lemno (isola delle Sporadi settentrionali nell’Egeo al largo delle coste della Dardania), figlio di Dioniso e di Arianna .che, dopo essere stata abbandonata da Teseo fu impalmata da quel … Continue reading

LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (quarta parte) -i Guanci-

L’organizzazione sociale e politica, così come la religione, erano alquanto differenziate nelle varie isole. In alcune di queste vigeva la monarchia ereditaria, in altre vi erano istituzioni elettive. I re dei Guanci erano detti “menceys”; l’isola di Tenerife era suddivisa in nove piccoli regni, su ciascuno dei quali regnava un “mencey”; la trasmissione ereditaria della regalità avveniva per via matrilineare, cioè … Continue reading