INCENSO E MIRRA, GLI AROMI CHE SCRIVONO NELL’ARIA (terza parte)

Con il governo di Areta IV Filopàtore (9 a. C.-39 d. C.), successore di Obodas III, lo stato nabateo, e Petra in particolare, toccarono l’apice delle proprie fortune. Si stima che in quel periodo la capitale del regno contasse circa 30.000 abitanti; in esso si ebbe la maggiore fioritura artistica ed architettonica e vi furono allora costruiti gli splendidi monumenti, -alcuni dei quali rimasti … Continue reading