LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (quarta parte) -i Guanci-

L’organizzazione sociale e politica, così come la religione, erano alquanto differenziate nelle varie isole. In alcune di queste vigeva la monarchia ereditaria, in altre vi erano istituzioni elettive. I re dei Guanci erano detti “menceys”; l’isola di Tenerife era suddivisa in nove piccoli regni, su ciascuno dei quali regnava un “mencey”; la trasmissione ereditaria della regalità avveniva per via matrilineare, cioè … Continue reading

LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (terza parte) -Le isole Fortunate e le isole Canarie

LE ISOLE FORTUNATE L’isola dove si estendeva il giardino delle Esperidi era anche accostata, quando non indentificata, con le cosiddette “Isole Fortunate” o “Isole dei Beati” (“Fortunatae Insulae in latino; “Makarioi Nesoi” o “Makarion Nesoi” in greco, che si pensava fossero poste oltre le “Colonne d’Ercole” -“Herakleies steles”- (1), e delle quali parlano diversi autori classici, Queste isole paradisiache furono anche considerate … Continue reading

LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (seconda parte)

Myrina tentò anche di invadere le altre isole del mare Egeo, ma la sua nave naufragò a causa di una tempesta. Ella implorò la Madre degli Dei per la propria salvezza e fu trasportata dalle onde su un’isola deserta, dove, seguendo le istruzioni ricevute durante un sogno, consacrò tutta l’isola alla dea che aveva invocato, le eresse degli altari e istituì … Continue reading

LE AMAZZONI AD ATLANTIDE (prima parte)

Dopo Platone, l’autore antico che tratta nel modo più ampio del perduto continente di Atlantide è Diodoro Siculo, storico greco vissuto nel I secolo a. C., -noto con l’appellativo di “Siculo” perché nativo della citta di Agira in Sicilia-. Egli scrisse una “Biblioteca Storica” in 40 libri, dei quali solo 15 sono giunti fino a noi, più alcuni frammenti citati … Continue reading

I PIU’ ANTICHI CODICI MINIATI (sesta e ultima parte)

Accanto agli scarsi resti della miniatura antica ci è rimasta un’ampia serie di manoscritti più tardi che riproducono disegni e decorazioni dell’età romana: talora sono nuove creazioni, liberamente ispirate alle fonti antiche; ma spesso si tratta di copie vere e proprie che suppliscono in parte alla perdita dei manoscritti originali. Il maggior numero di queste copie è dovuto all’opera di alcuni scrittori del … Continue reading